Benvenuto Maggio

Una lettera con 10 ricette da cucinare questo mese, e una panoramica su ciò che sto leggendo, guardando, ascoltando, cucinando e sognando in questo momento.

Ah, la sveglia presto la mattina! Qualche anno fa ho scritto di rituali mattutini e di un pan brioche al farro, ispirata dalla lettura di Morning: How to Make Time. A manifesto, di Allan Jenkins.

Questa cosa dello svegliarsi presto la mattina mi è rimasta in testa per molto tempo. Non sono una persona mattiniera, non mi viene naturale svegliarmi presto, e non ci riuscirei se non mettessi la sveglia la sera prima. Se non avessi una bambina di 8 mesi, probabilmente dormirei di più. Ma sono incuriosita dal fascino misterioso delle prime ore del giorno fin da quando ho letto questa citazione di Allan Jenkins.

Sometimes I feel it as my secret, like Narnia, outside time or at least the rest of the day. I cannot believe everyone doesn’t know about it and take an occasional step through the wardrobe.

Così ora, a quasi 40 anni, cerco di cambiare le mie abitudini e mi sveglio prima del solito, rosicchiando minuti preziosi ogni mattina. Mi preparo una tazza di tè e mi siedo alla mia scrivania per scrivere. A volte sono solo poche parole prima che una certa bambina decida che vuole fare colazione. Altre volte, mi sento più concentrata, o sveglia, e riesco a scrivere un'intera newsletter o a chiudere un’introduzione a una ricetta che mi dava qualche problema. Le parole sembrano scorrere via come facevano anni fa.

Non è facile per me, e non funziona ogni giorno. Ma quando riesco a trascinarmi fuori dal letto nel silenzio della casa, la mattina inizia con una nota positiva.

Stamani, con la mia tazza di tè verde al gelsomino, condivido con te quello che sto leggendo - se solo non mi addormentassi -, guardando, ascoltando, cucinando e sognando in questi giorni. Aggiungo anche 10 ricette da cucinare questo mese per celebrare maggio. Torneremo con il weekend cooking project il prossimo venerdì!

Costa sto leggendo.

Avrei voluto condividere un nuovo libro - un memoir, un libro di cucina, un romanzo... - ma dal mese scorso ho fatto solo ricerca per il nostro libro di cucina, abbandonando la lettura come svago. Mi manca qualche bella pagina letta prima di andare a letto, ma ultimamente mi addormento in un secondo, giusto il tempo di sussurrare la buonanotte a Tommaso e Livia, e sono nel mondo dei sogni. Spero che questa sia solo una fase passeggera, quindi ti chiedo: cosa devo leggere? Puoi raccontarmi del tuo libro preferito nei commenti.

Leave a comment

Costa sto guardando.

Hai visto Seaspiracy su Netflix? All’inizio sono rimasta scioccata, poi ho iniziato a mettere in discussione quello che avevo appena visto, e alla fine ho letto una delle newsletter di Mark Bittman, ‘You deserve more than what Seaspiracy has to offer’. Mark Bittman è sempre preciso, equilibrato e informato nelle sue opinioni. Ha condiviso un articolo di Alan Lovewell, di Real Good Fish.

Seaspiracy brought some very real and serious global issues to light but chose to tell only a sliver of the story, supported by sensationalism and an agenda. In response, let’s better educate ourselves on the issues. Let’s support domestic and local fisheries. Seek out seafood sources who can tell you where your fish comes from. Eat lower on the food chain and try underutilized species. And above all, celebrate and honor what the ocean provides.

Se sei interessato alla sostenibilità del pescato, è un articolo molto interessante.

A parte questo, la sera di solito guardiamo serie e film polizieschi, per staccare e distrarci un po’. Abbiamo rivisto tutti gli episodi di CSI Miami, e non ci perdiamo mai Law & Order SVU.

Cosa sto ascoltando.

MotherFood, il podcast di Alissa Timoshkina. Alissa è una food writer, autrice di libri di cucina, chef, e madre. Ho ascoltato le chiacchiere informali tra Alissa e altre madri, tutte caratterizzate da una carriera nel mondo del cibo, durante tutta la mia gravidanza. È stato veramente utile, perché durante il lockdown dello scorso anno mi è mancata la possibilità di parlare con altre madri, o future madri, condividendo dubbi, ansie e paure. Guardare la maternità attraverso la chiave di lettura del cibo era proprio la prospettiva di cui avevo bisogno per trovare coraggio e ispirazione. Ho amato particolarmente gli episodi con le conversazioni con Aran Goyoaga e Olia Hercules.

Costa sto cucinando.

L'effetto positivo di aver guardato Seaspiracy è che mi ha fatto mettere in discussione il modo in cui scelgo il pesce. Ho scoperto per caso che il martedì mattina una cooperativa di pescatori di Livorno viene nella mia città a vendere il pescato del giorno nella botteghina degli agricoltori. Ho deciso che, se possibile, d'ora in poi comprerò il pesce esclusivamente da loro. Lo considero un privilegio, perché quel pesce non solo è fresco, sostenibile e locale, ma anche più caro.

Bilancio questa scelta introducendo almeno 6 pasti a base di legumi a settimana. Al momento, per esempio, ho in ammollo i cannellini e i borlotti, che, sì, fanno parte del nostro meal plan settimanale, ma sono anche i protagonisti di due ricette che sto testando per il nostro libro di cucina. Se poi sei alla ricerca di ricette semplici, sane e nutrienti con i legumi, prova questa insalata di ceci e orzo.

Dove sogno di andare.

Quando ricominceremo a viaggiare, ho una lunga lista di posti che mi piacerebbe visitare. Voglio iniziare con luoghi vicino a casa: prima li davi quasi per scontati, e ora un breve viaggio in macchina di 30 minuti sembra impossibile. Sogno di tornare al @ilbaciarino, un incantevole agriturismo a Vetulonia con una vista mozzafiato sulle colline della Maremma che digradano verso il mare. Abbiamo trascorso due giorni lì nel dicembre di qualche anno fa. Non siamo rimasti solo stregati dalla location e dall’accoglienza, ma anche dal pranzo tutto a base di pesce che Andrea, ex pescatore di Castiglione della Pescaia, ci ha preparato. Per me, che vivrei di crudo di pesce, quel pranzo è fermo stabile nella top 5 delle migliori esperienze gastronomiche della mia vita. Puoi leggere la nostra guida alla Maremma qui.


Se ti piace questa newsletter, condividila con i tuoi amici e familiari o sui social. Ci aiuterà a crescere! Grazie! xx

Share

Dieci ricette da cucinare questo mese

In queste settimane sto assaporando la primavera in cucina, ma ho già voglia di basilico, zucchine e giorni più caldi. Le ricette che oggi condivido con te ti aiuteranno a imbottigliare il profumo della primavera, ma ti daranno anche un primo assaggio della bella stagione che ci aspetta.

Fiori di zucca fritti. I fiori di zucca fritti sono un antipasto da trattoria o da pranzo in famiglia, molto tradizionale, ma possono diventare anche uno dei piatti forti di un brunch con gli amici. Vanno fritti sul momento, appoggiati per pochissimi minuti su un piatto coperto di carta da cucina e poi mangiati in piedi così, tutti attorno al piatto, in un nuovo rituale moderno fatto di mormorii di piacere, piccole esclamazioni stupite quando si incontra la mozzarella filante sotto alla crosta croccante della pastella e occhi felici di chi assapora con soddisfazione uno dei suoi piatti preferiti.

Pasta con zucchine e zafferano. Mentre la pasta cuoce indisturbata, prepara una crema di zucchine: cuoci le zucchine già tagliate a cubetti, per risparmiare tempo, in un pentolino di brodo o di acqua calda. Scolale e aggiungi lo zafferano e qualche foglia di menta fresca, poi frulla tutto con un po’ di panna – ma anche il latte andrà bene – finché non ottieni una crema delicata. Scola la pasta molto al dente, due o tre minuti prima del tempo, e saltala in padella con la crema di zucchine, il parmigiano e un po’ di acqua di cottura, per legare tutto. Mi mancava questa semplicità e il profumo delicato della menta.

Spaghetti con vongole e pisellini. La ricetta di oggi parla di un’estate che non vedo l’ora di vivere, è un piatto di spaghetti alle vongole che ha ancora in sé il ricordo della primavera, punteggiato di pisellini dolci e croccanti. Avevo già provato in autunno ad accompagnare le vongole con una verdura di stagione: allora era la zucca, onnipresente per alcuni mesi in cucina, questa volta è toccato ai pisellini, che hanno dato il cambio ai carciofi, protagonisti di tantissimi pranzi e cene nei mesi passati.

Minestrone. Ogni tanto mi piace preparare il minestrone a partire dalle verdure, scegliendo quelle che sono di stagione, tagliandole a cubetti in religioso silenzio mentre i miei pensieri vagano liberi. Lo congelo in più porzioni, in modo da averlo sempre a disposizione quando ho voglia di una zuppa calda. Preparare il minestrone da sola mi fa sentire un adulto responsabile.

Insalata di patate. Il segreto per un’ottima riuscita di questa insalata di patate, oltre alla scelta di ingredienti di qualità? Condiscila subito, appena finito di sbucciare le patate, finché è ancora calda, e mescolala bene: anche le patate si ammaccheranno un po’, questo farà si che assorbano meglio il condimento e tutti gli aromi dell’olio e delle erbe aromatiche.

Baccalà in agrodolce. Leggendo il libro La cucina livornese, di Aldo Santini, uno che aveva poco in simpatia Artusi, ho trovato il baccalà in agrodolce con uvetta e pinoli, che rappresenta bene la cucina livornese, fatta di pesce povero, concentrato di pomodoro e influenze vivificanti apportate da altre culture, tutte accolte in città e inglobate in quella che più che una melting pot è una pentola di cacciucco.

Crostata alle fragole e crema al sambuco. Una crostata per gli ultimi giorni di primavera, con un guscio di frolla croccante, una crema ai fiori di sambuco e tante fragole fresche, condite solo con un po' di zucchero e limone.

Quattro quarti alle fragole e mascarpone. Il quattro quarti, chiamato in Inglese pound cake, è uno dei pochi dolci, insieme alla pastafrolla e alla crema pasticcera, che riesco a fare senza dover seguire con il dito una ricetta scritta sul mio quadernino o su un libro di cucina. Basta infatti ricordare la proporzione aurea del quattro quarti, ovvero usare lo stesso peso di uova, farina, zucchero e componente grassa. Da qui, si può andare avanti a fantasia.

Sciroppo ai petali di rosa. Non serve poi tanto per abbandonarsi alla bella stagione con tutte le migliori intenzioni, o per ammorbidire gli spigoli di una giornata storta: un cucchiaino di sciroppo di rose a volte fa magie. Usa le rose più profumate che riesci a trovare, l’importante è che non siano trattate. Mamma ama le rose, ci sono cespugli colorati sparsi per tutto giardino, ma solo due rose hanno quel profumo inebriante che stavo cercando. Pare che mamma abbia portato proprio quelle due piante di rose rosa qui da San Gimignano, quasi quarant’anni fa.

Sciroppo ai fiori di sambuco. Preparate questo sciroppo finché riuscite a trovare i fiori di sambuco e usatelo per un rinfrescante cocktail estivo con acqua ghiacciata, limone e menta, provatene qualche goccia sopra i pancake, usatelo per spennellare una torta o semplicemente annusatelo profondamente per tornare con la mente a quei primi dolci giorni d’estate, baciati dal sole e da una brezza leggera.

Cosa hai intenzione di cucinare questo mese? C'è qualcosa che non vedi l’ora di reintrodurre nella tua routine? Fatemelo sapere nei commenti, sono sempre felice di aggiungere nuove ricette al mio repertorio di cucina.

Leave a comment


Vuoi nuove ricette in esclusiva?

Se ti sei abbonato alla nostra nuova newsletter settimanale in inglese, lunedì riceverai la ricetta per una lasagna di stagione, verde, fresca e buonissima.

Cosa ti sei perso questo mese: cuttlefish and chard stew, spring lasagnabeef, sausage and asparagus meatballsfava bean, salami and pecorino ciambellone.

Con l’abbonamento alla newsletter settimanale in inglese, puoi ricevere nella tua casella di posta ogni lunedì una o più ricette in esclusiva, ispirata da ingredienti di stagione, o dalla tradizione. Ci troverai i grandi classici italiani, idee veloci per una cena infrasettimanale, ma anche piatti affidabili da aggiungere al tuo repertorio in cucina.

Puoi iscriverti qui. È un modo per sostenerci direttamente, mentre creeremo contenuti in esclusiva ogni settimana – ricette, approfondimenti, e speriamo anche video in futuro. In qualsiasi momento tu decida di iscriverti, avrai subito accesso a tutto l’archivio, anche ai contenuti pubblicati in precedenza.

Per noi è un po’ come avere una nostra pubblicazione indipendente, un modo per condividere contenuti a cui teniamo, ricette che ci piacciono, create per ispirarti, per farti divertire in cucina. Iscriverti è un modo per sostenerci. Ogni ricetta richiede molto impegno: è testata, fotografata, scritta e raccontata. Solo per te!

🌸 Abbiamo uno sconto speciale del 10% per la Festa della Mamma 🌸

Mi iscrivo!


Aggiornamenti sul libro

Mi sono resa conto che ho iniziato a testare le ricette del nostro libro di cucina dai capitoli più difficili, con piatti sostanziosi e prevalentemente a base di carne. Anche se non è stato intenzionale, è stata probabilmente una decisione saggia. Ora spero che gli altri capitoli scorreranno via senza problemi.

Per la prima volta da mesi, domani verranno degli amici per aiutarci a mangiare quello che avanza dopo aver testato le ricette. E pensare che prima era un'abitudine per noi, lo davo quasi per scontato. Ora sembra così speciale!


I nostri corsi di cucina su Udemy

In attesa di riprendere con i corsi in presenza nel nostro studio, ci sono i nostri corsi di cucina virtuali su Udemy.

Al corso di cucina toscana abbiamo aggiunto, viste le tante richieste, un corso di cucina toscana vegana, dove ti racconto delle ricette più tipiche della nostra cucina che sono anche naturalmente vegane, come la pappa al pomodoro, la ribollita, la panzanella o il castagnaccio.

I corsi cono in inglese, ma abbiamo aggiunto anche i sottotitoli per renderli fruibili da tutti. Trovi tutte le info per iscriverti qui. Abbiamo lavorato anche ad altri corsi tematici, finalmente on line.

📣 Tutti i corsi sono in sconto per 30 giorni per celebrare la festa della mamma, usa il codice MOTHERSDAY21 per iscriverti. 📣

Ecco i corsi al momento disponibili:

Ogni corso include:

  • dimostrazioni step-by-step,

  • un PDF con ingredienti, strumenti necessari e istruzioni dettagliate per ogni ricetta,

  • accesso illimitato,

  • aggiornamenti con nuove ricette.